Seleziona una pagina

Sistema EsseBiesse

Il nostro sistema costruttivo riguarda le basi in cemento armato delle barriere antirumore ferroviarie, che sono denominate BT95 per tipologia H0, BM95 per tipologia H1 e H2, BM110 per tipologia da H3 ad H6 e BM 130 per tipologia da H7 ad H10. Tutte le definizioni si riferiscono alla Specifica RFI DTC ICI AM ST 01 2010 con la quale sono stati dimensionati e verificati secondo le norme tecniche Italiane tutti gli elementi che compongono le barriere RFI-HS. La tipologia HS è quella che Ferrovie dello Stato ha studiato, omologato e inserito nei prezziari RFI per le prestazioni richieste dalle linee AV, con velocità dai 200 ai 300 Km/h. E’ quindi la tipologia che deve superare i test più severi per caratteristiche statiche, dinamiche, acustiche, di durata e resistenza al fuoco.

Va subito chiarito che il sistema costruttivo EsseBiEsse risponde in tutto e per tutto alle caratteristiche geometriche, statiche e qualitative delle barriere RFI-HS, senza alcuna modifica alleprevisioni del progetto RFI. L’innovazione del nostro sistema sta proprio in questo: rispettare alla lettera il disciplinare RFI mediante una ottimizzazione operativa dei tempi e dei costi di produzione, trasporto e messa in opera delle basi in c.a. Per questo, il nostro sistema deve essere messo a confronto esclusivamente con altri prodotti che rispettino il disciplinare RFI, non modificandolo dietro sigle quali “barriera tipo HS” o “barriera HS – XY”.

Questi sono al più marchi distintivi di prodotti simili ma non rispondenti alle specifiche RFI DTC ICI AM ST 01 2010, in quanto ampiamente modificati specie nelle componenti metalliche di collegamento fra base in c.a. e pannelli metallici superiori, nelle armature dei muri in c.a. e nella tipologia di fondazioni delle barriere. In altri termini, questi prodotti riducono drasticamente la qualità complessiva del “sistema” barriera antirumore per contenere i costi, ma non possono essere proposti laddove il progetto preveda le specifiche RFI sopra citate.

 

Il sistema EsseBiEsse,  il cui brevetto è depositato al n° 102016000095782 presso il Ministero dello Sviluppo Economico, è basato sulla realizzazione in opera delle basi, mediante l’utilizzo di casserature metalliche riutilizzabili appositamente progettate, unite allo studio del mix design del calcestruzzo ottimale in relazione alle caratteristiche di inerti locali per ottenere una finitura a faccia vista – fondo cassero, in tutto analoga a quella ottenibile con prefabbricazione in stabilimento. Sono state studiate semplificazioni operative che tagliano i tempi di lavorazione e migliorano il fissaggio fra cordolo di fondazione e base muro.

Non va trascurata, inoltre, la positiva ricaduta ambientale legata al risparmio dei trasporti dei conci prefabbricati dagli stabilimenti di produzione ai cantieri; il nostro sistema invece, costruisce “a chilometri zero”. Si pensi che un calcolo dei risparmi di carburanti ottenuti in un nostro cantiere in
Calabria, ha dimostrato che su 3.300 metri realizzati si sono risparmiati circa 550 viaggi di autotreno da 2.400 km in a/r pari a 1.320.000 km. ed oltre 700.000 litri di gasolio. Infine, lavorando a chilometri zero si è garantita una ricaduta locale del lavoro di non secondaria importanza: hanno lavorato carpentieri, operai e impianti di calcestruzzo nell’intorno del cantiere, con beneficio locale sia occupazionale che economico di diversi milioni di euro.